Home Scienze Letteratura Arte Enciclopedie e Opere Filosofia Storia Tempo Libero
Geografia e Turismo Fantascienza Manuali Diritto e Economia Informatica Biografie Psicologia Info
Societa' e Costumi Miscellanea Religione Romanzi Scolastici Testi Medici Libri per Ragazzi

    Indice dei mesi precedenti  
  Apostolos Doxiadis, Zio Petros e la congettura di Goldbach, Bompiani, 2000  

 

La copertina di questo romanzo breve riporta i favorevoli commenti sull'opera di celebrita' internazionali quali Oliver Sacks e George Steiner. Con simile presentazioni la lettura non potra' non rivelarsi interessante ed infatti e' proprio cosi. Innanzitutto perche' i protagonisti ed i temi presenti nell'opera sono quelli della matematica. Infatti si parte da un problema insoluto della matematica, quello espresso dalla congettura del titolo e cioe' che ogni numero pari o maggiore di due e' la somma di due numeri primi.
Attorno a questo ruota il rapporto tra un nipote e lo zio Petros del titolo che ha dedicato una buona parte della sua vita giovanile al tentativo di trovare una regola generale che ne dimostrasse la validita'.
Lo zio Peters, promessa giovanile della matematica a livello mondiale, ha speso la parte migliore della sua vita nel tentativo di risolvere il problema senza tuttavia riuscirvi.
Via via nel romanzo egli fa la conoscenza dei grandi matematici del secolo come Hardy, Littlewood, Godel, Turing con le loro teorie, i loro caratteri e idiodincresie.
Zio Petros, dopo aver tentato in tutti i modi di riuscire nel suo tentativo, rinuncia alla matematica, torna in Grecia e si dedichera' da dilettante di genio agli scacchi vivendo di rendita finche' un suo nipote, anch'egli matematico, lo mettera' di fronte alla sua vita e lo invitera' a riconsiderare tutto.
Cosa accadra'?
La lettura e' coinvolgente e stimolante e puo' persino servire ad una sorta di breve introduzione alla matematica del 900. Difficilmente ci si dimentichera' dello zio Pedros e delle sue ossessioni.